MADONNA DEL SS.MO RIFUGIO DEI PECCATORI

DETTA DELLO STENDARDINO

La Confraternita aveva ed ha tuttora sede nella chiesa dell'Ospedale. Nel 1616 le sorelle Roberteschi, con le quali si estingueva l'antica e nobile casata, lasciarono i loro beni alla comunitÓ cittadina, perchŔ con essi edificasse un monastero con il titolo di Santa Maria di Loreto.

Quando nel 1617 il Vescovo Fabbrani unificava gli ospedali delle Confraternite di Santa Croce e dei Raccomandati, la comunitÓ, dopo molte discussioni decise di mettere in atto il lascito Roberteschi. Il Papa Urbano VIII, con bolla in data del 13 settembre 1622 dava ordine di procedere all'erezione del monastero di Santa Maria di Loreto. Il luogo prescelto fu la zona lasciata libera dall'Ospedale dei Raccomandati. Il 25 febbraio 1628 fu indetta l'asta per l'appalto dei lavori che furono assegnati al muratore Bartolomeo Orsini. Il 2 aprile dello stesso anno fu posta la prima pietra della chiesa del futuro monastero che sarebbe poi diventato l'attuale ospedale. I lavori durarono tredici anni, e nel 1641, chiesa e monastero intitolati ambedue a Santa Maria di Loreto, erano completati.

Nella chiesa dell'Ospedale ebbe sede la Confraternita dello "Stendardino", fondata nel 1726 che aveva il fine particolare di recare ai malati assistenza e conforto. La Confraternita ha come divisa il sacco bianco con mantellina azzurra.