Cisterna di Piazza Fratini

Un passo del Leoncini ci informa che “ Al Vescovado vi era il pozzo presso la via che ne andava alla chiesa di San Lorenzo ( attuale sede della banda comunale)” e che “ ove vi è la porta vi era una strada per la quale si entrava alla Chiesa di San Lorenzo per una porta piccola et ivi era il pozzo dell’acqua”. La descrizione offerta rispecchia appieno le caratteristiche del chiostro ubicato al civico di piazza fratini e che rappresenta uno degli accessi al complesso ipogeo. Questo risulta distribuito su due livelli; tramite una ripida scala si accede ad un vano ipogeo a pianta quadrata utilizzato come cantina e da questo si diparte un’altra scalinata che permette di accedere al livello inferiore. Qui si incontra una rete di cunicoli di cui quelli più importanti consentono di collegarsi al condotto principale dopo un percorso lungo circa 30 m ( condotto di destra) e di visitare dall’interno la cisterna di Piazza Fratini( condotto di sinistra). Percorrendo il breve tratto del condotto di sinistra sulle pareti tufacee si nota la presenza di due cunicoli intercettati e obliterati dallo scavo della tratta attualmente visitabile: questo consente di affermare con certezza che i cunicoli intercettati sono più antichi di quelli visitabili. Risulta di particolare bellezza l’ingresso al cunicolo di sinistra; l’ingresso risulta inquadrato da colonnine scavate anch’esse nel tufo.